Basket in carrozzina: le competizioni più importanti e divertenti nel mondo

La pallacanestro in carrozzina diventa ogni giorno più popolare, richiama atleti e tifosi da ogni angolo del Pianeta.

La pallacanestro in carrozzina è probabilmente lo sport per disabili più praticato al mondo, e non ho difficoltà a crederci: posso assicurare personalmente che è uno degli sport più divertenti e anche competitivi che abbia mai provato, ma al tempo stesso ha la particolarità di riuscire a includere e a far giocare insieme persone con disabilità molto diverse tra loro. Competizione, divertimento e inclusione: uno sport completo!

Pallacanestro in carrozzina: uno sport organizzato

Proprio per il suo carattere di inclusione e competizione, e insieme per l’elevato numero di atleti disabili che lo praticano, il basket in carrozzina ha una struttura organizzativa forte e ben definita: l’organo organizzativo di questo sport è l’ International Basketball Federation (IWBF), ma è riconosciuto anche dalla FIBA (organismo di governo della pallacanestro mondiale) e ovviamente dal comitato dei Giochi Paralimpici.

Uno sport, tanti giocatori

Il numero di giocatori in tutto il Pianeta è di circa 100 mila, considerando amatori e agonisti, e non stupisce che la maggior parte di questi provenga dal mondo anglosassone: USA, Canada, Australia e Gran Bretagna vanno per la maggiore, ma anche Giappone e Paesi Bassi richiamano un gran numero di pubblico e di giocatori. In Italia invece sta crescendo molto negli ultimi anni.

Le competizioni di pallacanestro in carrozzina in giro per il mondo

L’IWBF conta nel mondo ben 82 organizzazioni nazionali che organizzano internamente altrettante competizioni, ma oltre ai campionati nazionali abbiamo le due competizioni più importanti di basket in carrozzina: il Giochi paralimpici e i Campionati del Mondo.

Vediamo come funzionano e quali sono le squadre da battere!

Agência Brasil Fotografias / CC BY (https://creativecommons.org/licenses/by/2.0)

Il Campionato del Mondo di basket in carrozzina

Come per i Giochi Olimpici e i Mondiali tradizionali per normodotati, la competizione si svolge ogni 4 anni ed è organizzata ogni volta in un paese diverso dall’IWBF.

I primi campionati mondiali di questo sport adattato si svolsero molti anni fa, precisamente nel 1973, in Belgio. Bruges fu la città che infatti ospitò per prima la competizione mondiale, vinta dalla Gran Bretagna. Fu anche l’unico mondiale vinto dagli inglesi, che pareggiano il conto dei trofei con Israele, Francia, Canada e Australia. Gli altri 6 Mondiali sono infatti stati fagocitati dai soliti Stati Uniti, imbattibili nel basket anche in carrozzina.

Basket in carrozzina alle Paralimpiadi

La pallacanestro in carrozzina ha origini olimpiche ancora più datate rispetto ai mondiali: la prima apparizione ufficiale infatti risale alle Paralimpiadi di Roma del 1960, e da lì ha visto un numero sempre maggiore di sostenitori, sia in veste di semplici tifosi che di atleti e appassionati.

Campionato italiano di pallacanestro in carrozzina

In Italia la pallacanestro in carrozzina, come abbiamo visto, esiste ufficialmente già da prima degli anni Sessanta, ma è soltanto nel 1978 che vede la luce il primo campionato italiano, che già pochi anni dopo, siamo nel 1983, raggiunge il numero attuale di 20 squadre per due serie, A1 e A2.

Il basket in carrozzina è forse sport per disabili più seguito e praticato al mondo: oltre a essere molto divertente, il fattore “squadra” garantisce grande inclusione e partecipazione, anche tra sportivi e appassionati con disabilità differenti. Il migliore spot che si possa pensare per lo sport.